I fatti sul vino che ogni amante del vino deve conoscere

Non esiste una cultura generale senza cultura del vino. La conoscenza del vino stimola i discorsi sul vino e dà sicurezza. Con la conoscenza del vino diventiamo un rappresentante di un buon vino. Quindi è importante interpretare la tecnica di degustazione per riconoscere il buon vino. Se sappiamo tutto sul vino, non diremo mai: “Tutti i vini sono uguali”.

Il vino rosso in quantità limitate è sano

Molti studi hanno dimostrato che il consumo moderato di vino rosso è migliore per la salute rispetto alla totale assenza di alcool. La ragione di questo sono gli antiossidanti presenti nel vino rosso. Gli antiossidanti riducono l’incidenza di malattie cardiache e diabete di tipo 2.

Il vino rosso si illimpidisce con l’età

Vini perdono letteralmente il loro colore, che è nel corso degli anni sempre meno intensiva. I vini molto vecchi sono luminosi e ariosi.

Il colore del vino rosso è ottenuto dalle uve

Il colore nel vino proviene da un pigmento vegetale chiamato antocianina, che si trova nella buccia dell’uva.

I giovani vini rossi sono più sani degli anziani

I vini vecchi sono solitamente i più costosi e considerati i migliori. Anche se alcuni vini hanno un gusto migliore con l’età, quando si tratta di salute, il vino vecchio è peggio di uno giovane. Questo perché i giovani vini rossi contengono più alta percentuale di tannini rispetto a quelli di vecchia data non aperti.

Le uve nere sono più vecchie delle uve bianche

È stato dimostrato che i grappoli (di colore giallo e verde) da vino bianco sono prodotti dal DNA mutazione di uve da vino rosso.

I vini rossi possono durare più a lungo del bianco

I vini rossi contengono acidi e quantità significative di tannini che aiutano i vini rossi a durare per un lungo periodo di tempo. Quando la fermentazione è avvenuta, inizia per il vino la stabilizzazione e l’eventuale invecchiamento.

I vini rossi di solito contengono meno solfiti del bianco

Come regola generale, il livello di solfito nel vino rosso è inferiore a quello del bianco. Questo perché i vini rossi tendono ad essere chimicamente più stabili del bianco, che può facilmente degradarsi.

Il vino bianco può essere fatto da uve da vino rosso

Poiché la buccia dell’uva è quella che dà al vino rosso il suo colore, è possibile produrre un vino bianco fatto da uve nere, purché eviti il contatto con la membrana durante la raccolta. Questo è in realtà praticato più spesso di quanto probabilmente si potrebbe indovinare. Ad esempio, lo champagne blan de noar è uno spumante bianco a base di vino rosso, Pinot Noir e Pinot Meunier.

I più famosi tipi di vini

Rosso: Syrah – Shiraz, Merlot, Cabernet Souvignon (una miscela di varietà Cabarnet Franc e Souvignon Blanc del XVII secolo), Zinfandel, Pinot Noir, Grenache, Malbec, Nebbiolo, Tempranillo.

Bianco: Riesling, Pinot Grigio, Souvignon Blanc, Chenin Blanc, Moscato, Semillion e il re delle varietà bianche -Chardonnay.

Curiosità sul vino

– L’aroma di un vino giovane si chiama “aroma” e il vecchio “bouquet”

– Francia, Italia, Spagna e California sono i maggiori produttori di vino al mondo

– L’uva è l’unico frutto che può essere fermentato naturalmente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *