Impara qualcosa sui vari tipi di vino

La scienza che studia il vino è chiamata l’enologia. Fondamentalmente, la produzione di vino è un processo chimico di fermentazione, durante il quale, sotto l’influenza di lieviti in condizioni anaerobiche, avviene la decomposizione di diversi zuccheri in etanolo, con conseguente rilascio di anidride carbonica. Il processo di fermentazione di solito dura per diverse settimane, dopo di che il vino viene purificato e versato in barili.

Immediatamente dopo aver aperto una bottiglia di vino giovane, è necessario di lasciare la bottiglia un’ora per “ventilazione”, mentre i vini più vecchi con un gusto più forte dovrebbero essere bevuti una volta aperti.

Il vino è una bevanda popolare e importante che fa parte integrante della cucina europea e mediterranea, dai semplici piatti tradizionali alle specialità più deliziose ed esotiche. I vini spumanti rossi e bianchi sono i più popolari e sono anche conosciuti come vini dolci, perché contengono solo il 10-14% di alcol. I vini da aperitivo e da dessert contengono il 14-20% di alcol e hanno un gusto più forte di vini dolci perché contengono una più alta percentuale di alcol.

Tipi di vino

  • Vino rosso

Cabernet Sauvignon – il vitigno più popolare al mondo per la produzione di vino rosso. Ha i più piccoli blu nero grappoli e maturazione tardiva.

Merlot – Da questa uva si fa il vino rosso più costoso del mondo – Chateau Petrus.

È coltivato a Bordeaux, in Francia. Ha grappoli grandi, e il sapore e odore di mirtilli e menta.

Nebbiolo–  Dà vini neri molto complessi, prospera su terreni più elevati, soprattutto nell’Italia nordoccidentale. Ha il colore molto scuro, e maturazione tardiva.

Pinot Nero – La famosa Borgogna è fatta con quest’uva. Cresce sul suolo di Francia orientale. Questo è il “Santo Graal” dei produttori in molti paesi. I grappoli sono neri e densi.

Shiraz – È un vitigno con i grappoli neri. È coltivato su granito nella valle del Rodano (Francia), in California e in Australia. Ha piccoli grappoli, il colore blu-nero, e la maturazione precoce.

Sangiovese – Questo vitigno è coltivato in tutta Italia, così come in Argentina e California. La maturazione è tardiva ed è soggetto a ossidazione.

Beaujolais nouveau – Un giovanissimo vino francese che viene bevuto solo sei settimane dopo la raccolta.

  • Vino bianco

Chardonnay – Probabilmente l’uva più cercata al mondo. Meglio cresce sul suolo più povero, ma si adatta anche ad altri tipi. Dà piccoli grappoli e matura presto.

Chenin blanc – L’uva bianca, utilizzata per i vini più diversi, che dà un aspetto semplice e spumoso, secco e dolce. Quest’uva matura tardi. Viene coltivato principalmente nella Valle della Loira – sud ovest della Francia, verso l’Atlantico.

Traminer aromatico – Non è completamente bianco, è roso, dà un vino bianco secco, dolce e aromatico, con un sapore in qualche modo piccante. Ha il colore roso ea volte giallo. Viene da Alto Adige, la provincia italiana in cui si parla soprattutto la lingua tedesca.

Riesling – Ci sono anche vini meno sdolcinati come Riesling. Prospera in clima più fredda. I grappoli sono pallidi e piccoli. Ha una maturazione tardiva. Da questa uva si ottengono vini secchi, semidolci e dolci di alta qualità.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *